La cultura non si ferma

Collezioni online e tour virtuali per colmare la distanza fisica dall’arte

Sandro Botticelli, Primavera
1477–1482, Galleria degli Uffizi, Firenze

Tra le misure di contenimento del coronavirus, stabilite dal decreto governativo, vi è anche la chiusura dei musei di tutta Italia. Grazie alle nuove tecnologie, però, possiamo passeggiare virtualmente tra le gallerie di queste strutture, allietando le nostre giornate di quarantena.

Questa è l’iniziativa proposta da alcuni musei italiani, seguita poi anche all’estero, per poter permettere alle persone che si ritrovano chiuse in casa di poter ammirare ugualmente le loro opere d’arte. Ecco una lista delle strutture museali italiane che hanno messo online le proprie collezioni o che permettono di realizzare un’esperienza virtuale all’interno delle proprie mura. 

  • La Pinacoteca di Brera a Milano, con un ciclo di appuntamenti sui più importanti social network intitolato “Appunti per una resistenza culturale”, permette ai visitatori virtuali di fare dei tour all’interno delle mura dell’edificio milanese grazie ai video realizzati dagli stessi dipendenti che raccontano le opere. Nella Biblioteca Braidense, invece, vengono lette fiabe e racconti per i bambini che in questo momento non possono andare a scuola. Sempre a Milano, il Museo nazionale di scienza e tecnologia Leonardo da Vinci ha lanciato sui canali Facebook e Instagram del museo #storieaportechiuse, una rassegna per raccontare le collezioni del museo, i suoi laboratori interattivi e il dietro le quinte con video, immagini e documenti inediti.
  • Il Museo Egizio di Torino, il più antico al mondo dedicato alla cultura egizia, ha deciso di organizzare dei videotour sui social per mostrare online tutte le sue bellezze.
  • Il MAMbo, Museo d’arte moderna di Bologna, ha lanciato l’iniziativa “2 minuti di Mambo”: dal martedì alla domenica fino a domenica 5 aprile sulle pagine social del museo vengono pubblicate delle clip sulla mostra temporanea allestita e sulla collezione permanente, ogni volta con un diverso narratore, tra curatori, artisti e mediatori culturali.
  • La Galleria degli Uffizi di Firenze regala immagini ad alta definizione dei capolavori delle mostre virtuali proposte dallo staff. Andando sul sito della Galleria potete ammirare la sezione IperVisioni e scegliere il tema visivo che più preferite.
  • I Musei Vaticani di Roma raccolgono sul sito tutte le informazioni essenziali relative alle opere d’arte mobili esposte lungo il percorso di visita. Sempre a Roma troviamo diversi tour virtuali nei seguenti siti storici: i Musei capitolini, disponibile al sito, i Mercati di Traiano, il complesso di edifici di epoca romana alle pendici del colle Quirinale che dal 2007 ospita il Museo dei Fori Imperiali, disponibile al sito, il Museo dell’Ara Pacis, che contiene l’Ara Pacis di Augusto, inaugurata il 30 gennaio del 9 a.C., disponibile al sito e i Siti Archeologici dell’Aventino.

Uscendo dal territorio italiano, abbiamo invece:

  • Il Museo Archeologico di Atene, che ha messo online una galleria fotografica.
  • Il Louvre a Parigi, che permette un tour virtuale online al seguente sito.
  • Il Museo del Prado a Madrid, che ha messo online la sua collezione.
  • Il British Museum di Londra, cha presenta online la sua collezione.
  • L’Hermitage di San Pietroburgo, che mette a disposizione un tour virtuale al seguente sito.

Infine oltreoceano troviamo:

  • Il Metropolitan Museum di New York, con i suoi tour virtuali e le collezioni online.
  • La National Gallery of Art di Washington, con un tour virtuale e la collezione disponibile online.

L’arte si reinventa adottando nuove strategie digitali al passo con i tempi, che possano ideare un nuovo legame tra pubblico e arte, mantenendo la capacità comunicativa ed espressiva dell’artista come se fosse nella loro stessa stanza.

Visita il sito di Digital to Asia, o segui Digital to Asia su su LinkedIn e Instagram per rimanere sempre aggiornato sul mondo digitale.


Digital to Asia è una società di consulenza basata a Milano e focalizzata sul mercato digitale cinese, che propone soluzioni ‘end to end’ per le aziende italiane e europee che vogliono promuovere o vendere i loro prodotti al pubblico cinese tramite i canali digitali.

Digital to Asia – Your digital gateway to China

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *